morgengruss

Morgengruss

Nato come progetto solista del genovese Marco Paddeu (già al lavoro con Demetra Sine Die e Sepvlcrvm),  Morgengruss cerca di fondere elementi folk, drone e psichedelici, creando un sound desertico ma al tempo stesso vorticoso, figlio delle sperimentazioni di gruppi come Earth Popol Vuh.
Vediamo se questo omonimo disco, saprà ricreare al meglio determinate atmosfere e passaggi delle band sopracitate e soprattutto, se sarà in grado di condire il tutto con la dose di originalità che ci si aspetta da questo tipo di lavori. Morgengruss, diciamolo subito, non è uno di quegli album drone “polpettoni”, dalla durata infinita, che permette solo ai più coraggiosi di resistere fino alla fine, ma è un prodotto che nei suoi quaranta e passa minuti, riesce a dire tutto e farlo con un concentrato di dolci melodie, che ben si fondono con momenti psichedelici, grazie anche alla voce del Paddeu, molto rilassata durante l’arco dell’album, ma che al tempo stesso riesce a rievocare momenti che potrebbero ricordare anche certi Pink Floyd.

Music & Lyrics: Marco Paddeu
Saxophone on “Vena”: Sara Twinn (Mope)
Trumpet on “To An Isle In The Water” and “River’s Call”: Roby Nappi Calcagno
Tuning forks, guitar, sampler and effects on “Hope”: Enrico Tauraso (Dead Elephant)
Piano on “Hope” and percussions: Emi Cioncoloni

2016

Taxi Driver Records

Recording mix, mastering, music production

Drone, psichedelic, folk

Related Projects
  • notturno
    notturno
    Artwork Mastering Mix Music production Recording
  • edgar cafè
    edgar cafè
    Artwork Mastering Mix Music production Recording
  • abysmal grief
    abysmal grief
    Mastering Mix Recording
  • zaal
    zaal
    Mastering Mix Music production Recording